La pressione massima di uno pneumatico

La pressione massima di uno pneumatico corrisponde alla più alta pressione a freddo che lo pneumatico possa sopportare. Ciononostante, non vi si deve fare ricorso, se non in casi in cui il libretto del veicolo lo specifichi.

Per effettuare una buona misurazione, bisogna prendere la pressione dello pneumatico a freddo. Questo significa che lo pneumatico non deve essere stato esposto al sole o a temperature elevate e che il veicolo non deve aver appena circolato.

La pressione “a caldo” è più alta di 0.3 bars rispetto alla pressione a freddo.

Di conseguenza, se la pressione a freddo consigliata è uguale alla pressione massima dello pneumatico, la soglia massima sarà oltrepassata.

In questo caso, potrete essere tentati di sgonfiare leggermente lo pneumatico “a caldo”, il che è da evitare se non si vuole che la pressione ricada alla soglia massima a freddo.

Sappiate anche che la pressione massima di uno pneumatico può non corrispondere al valore standard per un certo indice di carico. Per esempio, uno pneumatico con indice di carico standard deve poter sopportare 2.4 bars, ma può capitare di trovare degli pneumatici simili che sopportano pressioni fino a 3 bars.

Questi valori si ritrovano nel libretto del veicolo e sull'adesivo sul montante della porta del conducente.

La pressione massima che lo pneumatico può sopportare è scritta a caratteri piccoli sul fianco dello pneumatico in KPA o PSI (100 kpa = 1 bar e 14.50 PSI = 1 bar).